Ieri, il gigante dei social network Facebook ha introdotto Facebook Pay, che consente agli utenti di effettuare pagamenti su tutte le sue principali piattaforme tra cui Facebook, Messenger, WhatsApp e Instagram. La società tecnologica ha lentamente integrato i sistemi di pagamento nei suoi servizi per anni, aggiungendo pagamenti peer-to-peer (P2P) in Messenger nel 2015.

L’e-commerce è tra le opportunità più promettenti di Instagram e Facebook ha aggiunto una funzione di pagamento integrata al popolare servizio di condivisione di foto e video all’inizio di quest’anno (link di acquisto che precedentemente reindirizzano gli utenti a siti esterni).

Esempi di Facebook Pay su Messenger visualizzati su tre smartphone

FONTE IMMAGINE: FACEBOOK.

Quello che devi sapere su Facebook Pay

Facebook afferma di voler offrire un’esperienza di pagamento comoda, sicura e coerente attraverso i suoi servizi. Gli utenti possono inserire le credenziali di pagamento una sola volta per utilizzarle su una qualsiasi delle piattaforme senza dover immettere nuovamente le informazioni. Gli utenti avranno il controllo su quali app accedono a Facebook Pay, che non verrà attivato automaticamente per tutti i servizi.

Il servizio verrà lanciato negli Stati Uniti questa settimana su Facebook e Messenger, con il supporto di Instagram e WhatsApp, in arrivo in un futuro prossimo. Non si sa di preciso quando arriverà in Italia, ma si presume a breve. Facebook Pay porterà il nuovo marchio introdotto dall’azienda la scorsa settimana, visto che non si limita all’app di base di Facebook (e Facebook sta cercando di renderlo più evidente quando si utilizzano i suoi servizi). Il nuovo servizio Pay potrà anche essere utilizzato per effettuare acquisti da determinate pagine e attività sul marketplace di Facebook. 

Facebook Pay utilizzerà vari partner per l’elaborazione dei pagamenti come Stripe e PayPal. “Facebook Pay si basa su infrastrutture finanziarie e su partnership già esistenti ed è separato dal portafoglio Calibra che si appoggerà al network Libra”, precisa la società

La notizia arriva mentre Facebook sta seguendo lo stesso processo di unificazione della messaggistica su tutte le sue piattaforme; una mossa così controversa che, secondo quanto riferito, ha contribuito alla partenza del Chief Product Officer Chris Cox all’inizio di quest’anno.

Che dire della privacy e della sicurezza?

Considerando la miriade di scandali di dati e controversie sulla privacy di Facebook, è giustificato un certo scetticismo sulla consegna dei propri dati finanziari. La società afferma che crittograferà i numeri di carta e conto bancario durante il monitoraggio di attività sospette. Gli utenti configureranno un PIN per la verifica, ma avranno anche la possibilità di utilizzare la biometria dello smartphone, come l’impronta digitale o il riconoscimento facciale, per una maggiore sicurezza.

Facebook ammette che l’attività su Facebook Pay verrà inevitabilmente utilizzata per il targeting degli annunci. “Ad esempio, se acquisti un guanto da baseball sul Marketplace di Facebook, potresti vedere un annuncio per una mazza da baseball”, afferma la società. Gli utenti possono anche scegliere di condividere gli acquisti con i loro feed.

Ti fidi di Facebook abbastanza per consegnare la tua carta di credito?

Se pensi che l’articolo possa essere utile anche ai tuoi amici, condividi l’articolo sui Social, controlla regolarmente il nostro Sito e vieni a trovarci nel nostro gruppo Telegram

Visita la nostra sezione sconti sul sito, potrai trovare prodotti a prezzi scontatissimi!

Abbiamo inoltre un canale Telegram dove potrai trovare le migliori offerte di Amazon! Se hai ulteriori dubbi o vuoi aprire una discussione, sentiti libero di commentare sulla nostra pagina Instagram!

Abbiamo pubblicato la nostra applicazione gratuita sul Play Store: scaricala subito!

Seguici su tutti i social!