Come proteggere il proprio iPhone: privacy e sicurezza

È appena uscito il nuovo iPhone e anche il nuovo sistema operativo della casa di Cupertino, che, come sempre, pone l’accento sulla sicurezza e la velocità delle prestazioni di iOS. Ma un iPhone non è completamente immune ad attacchi e pericoli informatici. Con l’utilizzo sempre più massiccio dello smartphone anche per lavoro, è sicuramente consigliato adottare qualche misura di sicurezza in più e correre ai ripari. Con qualche semplice accorgimento infatti possiamo evitare spiacevoli inconvenienti che possono colpire il nostro smartphone. Ecco a voi cinque consigli per proteggere il proprio iPhone e la propria privacy.

Privacy

Codice d’accesso

Come ogni smartphone anche l’iPhone dispone di un codice d’accesso per sbloccare il dispositivo. La maggior parte di noi utilizza un classico codice numerico a 4 o 5 cifre, ma entrando nelle impostazioni dell’iPhone è possibile selezionare un codice alfanumerico a 6 cifre o più per aggiungere un ulteriore livello di protezione. Il percorso da seguire è Impostazioni Touch ID e Codice Cambia codice Opzioni codice. Una password di questo tipo è sicuramente più difficile da decifrare! Inoltre potrete disabilitare le app che dalla schermata di blocco accedano ai vostri dati senza codice. Nella stessa pagina di impostazioni infatti troverete la voce disabilitare le funzioni disponibili “senza codice”.

Antivirus

Sono moltissimi gli antivirus disponibili per smartphone e anche per iPhone, tra questi anche i più famosi, come Avira o Avast. Un antivirus aggiornato può aiutare a tenere lontano ransomware e scansionare mail e allegati per individuare possibili tentativi di phishing.

Inizializzazione dati e backup

Sul nostro dispositivo oramai salviamo dati di ogni tipo, da milioni di foto a documenti più o meno importanti. Proprio per questo motivo è importantissimo effettuare un backup di tutti i dati, ancor meglio su un account cloud. Inoltre nelle impostazioni dell’iPhone, potete attivare l’inizializzazione dei dati. Ovvero al decimo tentativo errato di inserimento del codice di avvio, tutte i vostri dati verranno eliminati.

Privacy e app

Dalle impostazioni, un’altra funzione importante che può essere disattivata o limitata, è l’accesso ai dati personali da parte delle app. Quando installiamo un’app, questa ci chiede l’autorizzazione ad accedere a molti dati personali, come contatti, calendari, localizzazione. Molto spesso però queste non sono funzioni utili all’uso dell’app e dunque possiamo facilmente bloccare questi permessi dalla voce Impostazioni Privacy.

Connessioni, siti affidabili e browser

Molto spesso la nostra privacy e la sicurezza del nostro dispositivo viene infranta tramite l’utilizzo di internet. Per questo è sempre bene visitare solo siti affidabili e proteggere la propria connessione con sistemi come le VPN, ovvero un sistema per cui si va a creare un tunnel che tiene al sicuro la vostra rete e vi rende davvero invisibili online. Invece di Safari inoltre potete installare ed utilizzare sul vostro dispositivo un browser attento alla privacy com’è DuckDuckGo.

Stefania Grosso, TechWarn

Se pensi che l’articolo possa essere utile anche ai tuoi amici, condividi l’articolo sui Social, controlla regolarmente il nostro Sito e vieni a trovarci nel nostro gruppo Telegram! Abbiamo inoltre un canale Telegram dove potrai trovare le migliori offerte di Amazon! Se hai ulteriori dubbi o vuoi aprire una discussione, sentiti libero di commentare sulla nostra pagina Instagram!

Guest post per Stefania Grosso di @TechWarn.com

techwarn-logo-3.png
Seguici su tutti i social!