La TV pieghevole di LG è stata una delle cose più interessanti che abbiamo visto al CES l’anno scorso. Nel caso in cui non ricordiate, era un pannello OLED da 65 pollici che è stato in grado di rotolare letteralmente in una base sottile con il semplice tocco di un pulsante, nascosto alla vista fino a quando necessario. Allora, era solo un prototipo interessante, ma ora è verità: LG prevede di vendere la TV a partire da marzo.

E ‘ ufficialmente soprannominato LG Signature OLED TV R. Oltre ad essere in grado di nascondersi fuori dalla vista, c’è anche un vantaggio pratico di guardare film: liberarsi del letterboxing. Anche se la maggior parte dei contenuti TV moderni è in 16: 9, la maggior parte dei film sono in 1.85: 1 o 2.39: 1. La TV può parzialmente arrotolarsi per eliminare quelle fastidiose barre nere.

C’è anche qualcosa chiamato “Line Mode” in cui il televisore si sporge leggermente dalla sua base, permettendoti di riprodurre musica o accedere ad altre funzionalità, riducendo al minimo l’impatto visivo della TV.

Queste sono cose che semplicemente non puoi fare con altri televisori, ed è bello vedere alcune autentiche innovazioni nel mercato. Ormai si può immaginare che simili fattori di forma diventeranno comuni nel decennio a venire.

E’ sorprendete che arrivi così presto. Quando è stato presentato il prototipo, ho pensato che fosse un concept che avrebbe atteso parecchio prima di concretizzarsi. Per anni infatti abbiamo visto tutti i tipi di schermi pieghevoli al CES. A parte i telefoni pieghevoli previsti, questo lo renderebbe uno dei primi esempi di schermi flessibili che le persone normali saranno in grado di vedere, anche se probabilmente non se lo possono permettere.

Naturalmente, LG sta posizionando la TV come un prodotto premium. Probabilmente avrà un costo parecchio elevato, dagli 8000 $ in su.

E poi ci sono gli ovvi problemi di durata. A parte le solite preoccupazioni sulle parti meccaniche, non ci sono prove empiriche prontamente disponibili sulla durata di un display flessibile. Si può supporre che LG abbia testato il pannello per diversi anni,considerato l’elevato costo. Perché sarebbe sicuramente fastidioso vedere la TV cominciare a scolorire attorno ai pezzi pieghevoli.

A parte questi inconvenienti, è un concetto affascinante, e mi aspetto che le persone con l’impasto ne comprino uno indipendentemente dalle considerazioni sulla qualità dell’immagine semplicemente perché è così pratico. Anche se ho dato il pedigree di LG, mi aspetto che funzioni egregiamente anche nel dipartimento di qualità delle immagini. Se stai ascoltando LG, per favore manda uno al mio posto al più presto. K, grazie.


Seguici su tutti i social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *