Apple è stata chiamata in causa accusata di aver provato a rendere meno visibile il notch nelle pubblicità. Inoltre, Apple avrebbe fornito false informazioni sulla dimensione del display.

Il notch “nascosto” nelle immagini pubblicitarie Apple: marketing ingannevole?

Quando un cliente è intento nell’acquisto di un prodotto, vuole sapere davvero tutto su questo, dalla dimensione dello schermo al design, dalle prestazioni alla qualità della fotocamera… Insomma: vuole avere le idee chiare.

Apple non sembra di esserla stata abbastanza quando pubblicizzava i suoi ultimi iPhone, ed è infatti stata accusata per questo! Stando al contenuto di una causa intentata contro l’azienda, Apple è accusata di aver volutamente fornito delle informazioni scorrette sugli iPhone X, XS e XS Max.

Una delle altre accuse riguarda il tentativo da parte di chi si occupa di marketing di rendere il meno visibile possibile il notch nelle pubblicità, andando così a trarre in inganno i clienti.

Le accuse riguardanti il display

Parlando di display, Apple ha sempre dichiarato nelle pubblicità che l’iPhone X avesse un display da 5,8 pollici.  Le misure da parte del querelante, invece sono diverse (5,6875 pollici).

Anche sulla risoluzione dello schermo, indicata come 2436×1125 pixel,  ci sono ombre e dubbi. Infatti, i pixel del display non sono costituiti da tre sottopixel, ma solamente da due. Questo non è un dettaglio di poco conto visto che la qualità dello schermo risulta minore addirittura di un iPhone 8 Plus. 

Se pensi che l’articolo possa essere utile anche ai tuoi amici, condividi l’articolo sui Socialcontrolla regolarmente il nostro Sito e vieni a trovarci nel nostro canale Telegram

Seguici su tutti i social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *